lunedì 16 maggio 2016

ECCO IL VIDEO DELLA FINALE SCUDETTO ALLIEVI CON IL MITICO GRUPPO DEL 1986 PALLACANESTRO VARESE

Una squadra speciale, un gruppo unico. Ecco riassunto in poche parole l'esperienza sportiva e non, riferita al gruppo dei ragazzi nati nel 1986, che ho avuto la fortuna di allenare tra il 1999 e il 2003. Qui sotto potete vedere le immagini della finale scudetto giocata a Porto San Giorgio contro la Scavolini Pesaro. Il più grande spettacolo...





sabato 30 aprile 2016

UNA SQUADRA SPECIALE PER UN RISULTATO STORICO
IL CAMPUS VARESE DEL 1988 CAMPIONE D'ITALIA

Grazie ad uno dei miei più fidati giocatori (leggesi Francesco Fogato), dopo un bel po' di anni sono riuscito a rivedere la finale scudetto categoria Under 15, tra Campus Varese e Scavolini Pesaro, giocata a Salsomaggiore nel lontano 6 luglio 2003.
Emozioni forti e ricordi bellissimi. Ecco a voi una squadra davvero speciale:








martedì 19 aprile 2016

UN GRANDE INSEGNAMENTO DALLA BELLA E INTRIGANTE
STORIA SPORTIVA DI DIEGO FLACCADORI


Ci sono persone nate per diventare grandi in qualche cosa a prescindere. Ci sono persone con un talento naturale per la matematica, per l'arte, per la musica, per la danza... per lo sport. Ci sono persone che fin da piccoli hanno una strada segnata e un futuro già scritto nell'avvenire. Ci sono persone che sfruttando a dovere ambiente, famiglia e opportunità, si trasformano nelle persone che hanno sempre sognato di diventare. Ci sono persone nate per essere quello che sono essendo al meglio di loro stesse. Ci sono persone che in ogni momento della loro vita sanno superare i propri limiti. Ci sono persone che applicazione, attitudine, resilienza... ce le hanno dentro nell'anima. Ci sono persone che diventano grandi in fretta e non è un problema. Ci sono persone che seppur grandi rimangono piccoli e umili. Ci sono persone a cui la vita ha dato un dono che non viene sprecato. Ci sono tanti tipi di persone ma la storia di un uomo speciale come Diego Flaccadori ci sta insegnando tanto... tantissimo.

Grazie mille Diego per quello che stai facendo e per come lo stai facendo. Stai dimostrando al massimo livello quello che già facevi da ragazzino facendoci divertire parecchio. Il tuo percorso e il tuo esempio concreto ci aiutano ogni giorno ad avere pensieri felici per il presente e per il futuro.

Ti prego Diego non fermarti. Facci sognare ancora.... Tu vai dritto verso il tuo obiettivo e noi con il cuore e con la mente ti seguiremo...

D'altronde... dove c'è volontà... il modo non puoi mai mancare!!
























domenica 3 aprile 2016

TROFEO DELLE REGIONI CON L'ANNATA DEI NATI NEL 1994
UN VERO SUCCESSO E UNA GRATIFICANTE ESPERIENZA DI VITA


Aver fatto parte come Allenatore e poi come Referente Tecnico Territoriale dello Staff Tecnico Regionale per la varie Selezioni è stato certamente una bellissima esperienza e una grande opportunità. Grazie alla chiamata di Enrico Rocco (in quell'epoca RTT) e di Enrico Ragnolini (Presidente del Comitato Regionale) sono entrato a far parte dello Staff Regionale come Allenatore del gruppo 1994 per il Trofeo delle Regioni.

Una bella esperienza, quella di Montecatini (gennaio 2009) conclusa a livello di mero risultato agonistico con un secondo posto dietro la Toscana dei vari Imbrò, Rovere, Bianchi, Papi... ma quello che più conta, con un bellissimo clima di collaborazione e vicinanza tra i vari ragazzi della selezione.

E' stato facile provare a costruire qualcosa nei giorni di raduno e nei primi giorni del Trofeo delle Regioni. Lo è stato ancora di più dopo il brutto (e grave) infortunio occorso a Giovanni Brambillasca durante il quarto di finale contro il Friuli Venezia Giulia con la frattura scomposta ed esposta di ulna e radio in uno scontro fortuito di gioco.

Ci sarebbero tanti aneddoti da raccontare come lo scherzo telefonico durante un pigiama party di tutta la squadra, fatto da Magnani a coach Rocco. Telefonata da vero professionista degli scherzi con la voce di una fantomatico addetto alla reception dell'albergo che chiedeva a Rocco di intervenire per gli schiamazzi della squadra nei corridoio dell'hotel. Da ridere a crepapelle (video sotto). Ma ancora la consegna della calza della Befana (il 6 gennaio) a Dino Meneghin e Gaetano Gebbia durante il riscaldamento della finale del Trofeo. Le incertezze sulla presenza/assenza del mitico fisioterapista della squadra, Nicola Lo Russo (chissà che fine ha fatto) che ogni tanto spariva senza lasciare traccia...

Potrei raccontarne per ore, soprattutto pensando anche all'ottimo clima instaurato con Gabriele Ghirelli e Gabriele Pirola (miei vice) oltre che con Andrea Molina, Preparatore Fisico della Squadra. Menzione d'obbligo ovviamente per il Dirigente Accompagnatore della Lombardia, Pierangelo Crivelli, sempre pronto a dare il consiglio giusto.

Questa la squadra che abbiamo proposto come Lombardia e ovviamente siamo molto contenti e orgogliosi che tanti ragazzi di questo gruppo possano giocare (oggi) ad alto livello:

1) AMATO Andrea PALLACANESTRO OLIMPIA MILANO srl – Milano
2) BAGGI Matteo U.S. PALL. AURORA DESIO 94 – Desio
3) BARTOLI Lorenzo PALLACANESTRO OLIMPIA MILANO srl – Milano
4) BRAMBILLASCA Giovanni NUOVA ARGENTIA PALLACANESTRO – Gorgonzola
5) DE VICO Niccolò GIN. MONZESE FORTI E LIBERI – Monza
6) LEONE Andrea ASS. DIL. BLUOROBICA – Bergamo
7) MAGNANI Matteo NUOVA ARGENTIA PALLACANESTRO - Gorgonzola
8) MINOLI Tommaso PALL. GIOV. ROBUR SARONNO – Saronno
9) PIVA Dario PALLACANESTRO OLIMPIA MILANO srl - Milano
10) SCURATTI Stefano PALLACANESTRO CANTU’ – Cantù
11) SERATONI Andrea PALLACANESTRO OLIMPIA MILANO srl – Milano
12) TEDOLDI Marco BASKET ISEO – Iseo

Ecco le foto che ho trovato in mezzo ai miei archivi. Abbiamo provato a costruire qualcosa di grande e ci siamo divertiti a farlo. Meglio di così è difficile.









 



sabato 2 aprile 2016

NON ABBIAMO MAI VINTO NULLA, MA NON E' STATO NECESSARIO
UN BEL MARCHIO DI FABBRICA, IRRIPETIBILE


Lo spunto di qualche fotografia del passato rilanciata su facebook nei giorni scorsi, apre ufficialmente una nuova rubrica (su questo blog) che spero nei prossimi giorni, mesi, anni di rispettare negli aggiornamenti.

Ovviamente, non posso che iniziare a pubblicare foto inedite o meno ormai archiviate nei meandri più reconditi del mio vecchio pc, facendo parlare le immagini dei mesi forse più magici della mia esperienza a Bergamo come allenatore.

La crescita esponenziale umana e tecnica dei ragazzi e giocatori nati nelle annate dal 1990 al 1993 in Bluorobica è qualcosa che ormai la storia ci ha gratificato di immortalare come esempio di crescita. Tanti gli attestati e i riconoscimenti per quel periodo storico della pallacanestro giovanile a Bergamo. Non ultimo il fatto che molti dei giocatori che componevano quelle squadre adesso giocano con profitto in serie A, B, C....

Insieme a tanti amici (Raffa Martini in modo particolare) abbiamo costruito qualcosa di grande, di unico (mi allargo) e di irripetibile.
Si partiva da zero o quasi. C'era grande entusiasmo a fare le cose fatte per bene e anche se come qualcuno ha detto non abbiamo mai vinto uno scudetto, abbiamo dato tutto per ottenere il massimo, da noi stessi. La cosa più bella era la nostra stessa voglia di superare gli ostacoli i nostri stessi limiti, il tutto divertendoci, con il sorriso e con il vero piacere di farlo. Con un marchio. Da lontano si vedeva che c'era qualcosa in più.

Si è vero non abbiamo mai vinto nulla di eclatante. Ma sono certo che nessuno di noi avrebbe fatto cambio tra uno scudetto vinto e l'amicizia e la passione che ci ha legati per tanti anni, fianco a fianco, umili al punto giusto per pensare al nostro miglioramento, come persone, come giocatori e come allenatori.

E allora che dire... forse è meglio far parlare le immagini.